Mario Testino e Bruce Weber, licenziati da Conde Nast

di Fabiana Commenta

Lo scandalo Harvey Weinstein delle molestie sessuali partito da Hollywood si allarga a macchia d’olio e arriva anche nel mondo della moda: dopo Terry Richardson, anche altre due star dell’obiettivo, Mario Testino e Bruce Weber, vengono licenziati in tronco dalla Conde Nast. 

mario testino

Il motivo? Entrambi sono stati accusati di molestie sessuali da molti modelli. Tanto è bastato ai vertici della Conde Nast e al suo amministratore delegato Bob Sauerberg per escludere qualsiasi tipo di collaborino futura con i due fotografi.  

Alla luce delle accuse, non commissioneremo loro alcun lavoro nel prevedibile futuro, Credo nel valore del rimorso e del perdono, ma queste accuse sono serie. 

Ha dichiarato Anna Wintour, direttrice di Vogue che ha immediatamente scaricato i due fotografi dopo la pubblicazione delle accuse dei modelli sul sito del New York Times.

Sono sotto choc e rattristato da accuse vergognose che nego assolutamente. 

È stato il commento di Weber tramite i suoi legali.

Il fotografo, già legato alle campagne pubblicitarie di Calvin Klein, è stato accusato da quindici modelli e ex modelli di una serie di molestie e di comportamenti sessuali coercitivi durante la realizzazione dei servizi fotografici. Accuse pesanti anche quelle che piovono su Mario Testino, legato a Vogue, fotografo delle star e anche fotografo ufficiale della famiglia reale britannica.

Sono ben 13 gli assistenti maschi e modelli che hanno rivelato di essere state vittima di avance avances sessuali da parte del fotografo durante la realizzazione di molte campagne pubblicitarie e tutti fino a questo momento hanno taciuto per evitare ritorsioni e per non vedersi la carriera troncata in pieno.

 

photo credits | instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>