Fashion renting, tutti pazzi per il noleggio online

di Fabiana Commenta

 

Spese folli in nome dello shopping? Anche in tempo di saldi, la tendenza potrebbe ben presto esaurirsi. Sembra che le donne stiano trovando una valida alternativa alla pratica dello shopping, che sarà anche anti stress e divertente, ma di certo poco economico. 

L’alternativa allo shopping si chiama fashion renting, arriva direttamente dall’America e dopo aver spopolato nel Regno Unito potrebbe rivoluzionare anche le abitudini degli italiani. 

In sostanza si tratta del noleggio degli abiti, alternativa allo shopping che appare più economico e più sostenibile.

Con il noleggio degli abiti sarà possibile dire addio agli armadi che straripano di abiti e accessori con il cartellino, magari acquistati solo per un prezzo stracciato in occasione del saldi.o magari per l’impulso del momento. 

Con il fashion renting sarà invece possibile dire addio alle spese inutili e avere a disposizione il capo perfetto per ogni singola occasione senza il rischio dell’effetto riciclo. 

Il successo del fashion renting viaggia soprattutto online e secondo Allied Market Research nel 2023 varrà la cifra record di 1,9 miliardi di dollari. 

A rendere appetibile il fashion renting anche non solo la possibilità per le donne di aver il capo ideale per ogni occasione, ma anche l’impegno a una certa sostenibilità per contrastare il “fast fashion”, il fenomeno del low che danneggia il pianeta con una produzione eccessiva a basso costo spesso usa e getta. 

Con l’imperante low cost, le cose sono cambiate nel mondo della moda: secondo una ricerca condotto da El Pais, nel corso degli ultimi 15 anni la durata dei capi di abbigliamento è diminuita del 36% e i vestiti hanno una vita media inferiore ai 160 utilizzi con il risultato che solo in Europa, vengono gettati oltre 16 milioni di tonnellate di rifiuti tessili. 

E’ quanto emerge da uno studio condotto per DressYouCan (dressyoucan.com), startup milanese protagonista del fenomeno fashion renting, su oltre trenta testate internazionali dedicate a tendenze e attualità con il coinvolgimento di un panel di esperti tra docenti universitari e influencer per indagare sulle nuove abitudini fashion degli italiani.

Ma perché scegliere il fashion renting?

I vantaggi sono veramente numerosi, ed eccone qualcuno. 

Il fashion renting consente a chiunque d’indossare capi d’alta moda per un’occasione speciale, ma anche si risolvere in modo diverso ogni giorni gli outfit da ufficio. 

Offre anche la possibilità di avere accesso a un guardaroba illimitato che non alimenti sprechi e inquinamento sfogando sempre capi diversi e adatti all’occasione. 

Senza tralasciare che potrete del tutto dimenticare lo stress legato alla ricerca del capo giusto nell’armadio, riducendo anche gli sprechi di tempo. Ovviamente è possibile sfoggiare sempre capi diversi, magari con la consulenza preziosa delle fashion renter pronte a dispensare i giusti consigli. 

E il trend sembra essere particolarmente appetibile per la Generazione Z e i Millennials, i target più attenti alla sostenibilità che scelgono di acquistare meno capi d’abbigliamento per cercare di salvaguardare il pianeta. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>