Royal wedding, Luisa Beccaria disegna l’abito di Lady Gabriella Windsor

di Fabiana Commenta

 

Anche se l’attenzione mediatica è catalizzata in questi giorni dai red care quotidiani del Festival di Cannes, è anche vero che ad accendere l’attenzione  della giornata di ieri è stato l’ennesimo Royal Wedding, quello celebrato fra Lady Gabriella Windsor, scrittrice freelance e figlia del principe e principessa di Kent convolata a nozze con il finanziere Thomas Kingston, storico ex di Pippa Middleton.

Al suo matrimonio è intervenuta anche la Regina Elisabetta (in rosa), il Principe Harry (senza consorte) e i Middleton.

E l’abito, da sogno, della sposa, è stato disegnato dalla stilista italiana Luisa Beccaria. 

Un tripudio di pizzo valencienne écru sovraricamato in color rosa cipria con tanti strati di organza e tulle anche se il pizzo sovrastante è in color bianco. 

Un gioco di colori raffinatissimo per la sposa per l’abito con la scollatura generosa, ma rifinita da piccolissimi ricami che lascia intravedere il corsetto di tulle. Le manche, lunghe, sono in pizzo, trasparenti e rifinite con un ricamo tridimensionale. 

Molto importante il velo, Il velo, lungo ben sei metri, e composto da diversi strati di tulle bianco con piccoli fiorellini ricamati a mano. La sposa non ha rinunciato alla  tiara reale di brillanti, indossata dalla nonna Principessa Marina di Grecia il giorno del suo matrimonio con il Principe Giorgio, Duca di Kent. Anche gli abiti delle damigelle e dei tre dei paggetti sono firmati da Luisa Beccaria: anche per loro organza e volume. 

E gli ospiti? La Regina ha optato per un vivace scelto per il cappottino – cappellino  in tono. Sarah Ferguson, elegantissima in rosa cipria, ha scelto un abito fascinate con cappello e balze. Per Pippa Middleton, un abito color turchese, a tema floreale con bottoni, collo alto e cerchietto di velluto blu. 

photo credits | instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>