Il Made in Italy attacca la Cina, la rivincita

di Laura 1

Ormai ne siamo sommersi. Il Made in China é dappertutto: vestiti, calzettoni, scarpe, pigiami, pinze per capelli, nonchè forni a microonde, lavastoviglie, tende, smalti, e accessori vari. Insomma ormai ci meravigliamo anche se qualcosa non é prodotta nel continente giallo. Ma finalmente é arrivato il momento della riscossa: dopo un anno di dialogo è stato firmato ieri, a Pechino, l’accordo di cooperazione tra la Camera nazionale della moda italiana e la China national garment association (Cnga). Le due associazioni collaboreranno anche per armonizzare i calendari delle varie manifestazioni in Italia e in Cina.

La partnership prevede che le due associazioni aiutino le pmi italiane nell’introduzione nel mercato cinese e viceversa (anche se, come detto sopra non ce ne sarebbe così tanto bisogno…), che la CNGA supporti la Camera della Moda per la realizzazione dell’evento Milano Moda Showroom a Pechino durante Chic 2012. Probabilmente l’occasione é molto più ghiotta per noi italiani, infatti l’evento è la più grande fiera del tessile e dell’abbigliamento nell’area Pacifico con quasi 200 mila visitatori. La parte dell’Italia sarà quella di sostenere un selezionato gruppo di brand e stilisti cinesi che saranno presenti a giugno e a settembre 2012 a Milano Moda Uomo e Milano Moda Donna. Il riequilibrio commerciale resta in cima alla lista degli obiettivi cinesi.

Grandi crescite – dice Mario Boselli, presidente della Camera nazionale della moda – danno l’opportunità di grandi soluzioni. Ma quando l’economia non cresce, ogni contraccolpo diventa uno tsunami. Con i francesi, prima della Cina è l’unico altro Paese al quale abbiamo accordato la nostra collaborazione, un’intesa che ci ha permesso di ottenere ottimi risultati. Era però un accordo tra simili, i due inventori di alta moda e prêt-à-porter, questo è un accordo tra grandi filiere, tra i due grandi sarti del mondo, noi italiani maestri nel top di gamma, loro nella produzione diffusa. Diversi, ma complementari.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>