Austerità? Le first lady amano le griffe

di La Redazione Commenta

Spread the love

Certo é che se anche noi “comuni mortali” fossimo invitate alla Scala per assistere alla prima di una mega compagnia internazionale, passeremmo un intero mese a cercare il vestito che possa farci apparire le più belle e le più eleganti della serata. Con una differenza: che il nostro budget arriverebbe a massimo a 200 euro (scarpe comprese) e alla fine opteremmo per il solito, classico tubino nero che non tramonta mai, e che alla fine dei conti, fa sempre la sua bella figura, soprattutto se sapientemente abbinato a qualche accessorio.

Una battaglia a colpi di griffe é invece quella scatenatasi alla Scala: le compagne della casta, alla loro prima passerella da first lady hanno peccato di vanità anziché presentarsi sobrie e con quello spirito di sacrificio proclamato da settimane dal premier Monti, che a furia di ricordarci che dobbiamo salvare l’Italia dallo sfacelo, ci ha fatto venire gli incubi e la notte al posto del nostro fidanzato sogniamo la Merkel e Sarkozy che si scazzottano a colpi di euro.

Un duro ritorno alla realtà che però sembra non toccare le nostre first lady: a cominciare da Clio Napolitano, che si é presentata con un non proprio economico abito di Lella Curiel in pizzo. Hanno invece optato per Armani Elsa Monti, moglie del famigerato Monti e la compagna del sindaco di Milano Pisapia, Cinzia Sasso. Pellicce, lustrini e collane lampadario non sono mancate, ma alle domande dei giornalisti le dame ci tengono a precisare che quel gioiello é solo un prestito della vicina di casa e che l’abito da 2000 euro ce l’avevano nell’armadio dall’era della lira.

Sobrietà? – si ribella Valeria Marini, inserita in uno dei suoi abiti bluette – Ma siamo alla Scala, nella capitale della moda!

È un momento difficile per il Paese – ha detto l’unica donna veramente sobria, il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri -. Un momento in cui dobbiamo essere rispettosi e attenti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>