Alta Moda Parigi: resoconto delle sfilate

di La Redazione Commenta

Oggi torniamo a parlare di Parigi Alta Moda, la kermesse modaiola che si è svolta dal 1 al 4 luglio a Parigi e che ha visto sfilare e presentare numerose collezioni ,moda per l’autunno inverno 2012 2013.

Una delle sfilate più attesa è stata sicuramente quella di Raf Simons per Dior. In una scenografia fantastica, la nuova collezione Dio è salita in passerella in maniera elegante e sicura di sé … non paragoniamola a quelle del grande Galliano. La collezione ha pochi fronzoli, tessuti meravigliosi ed una visione contemporanea. I colori della collezione spaziano dal rosa al grigio, ai tie-dye in tonalità scure, ecco modelli abiti a tubino in visone rasato,i ampie gonne ricamate, godet o a palloncino, mini abiti bustier ricamati, pantaloni a sigaretta. Le sorprese non sono terminate, ecco scarpe decoltè metallizzate o in colori pallidi.

La sfilata di Giambattista Valli all’Hotel Crillon è veramente eccezionale, coerente con il suo stile ecco farfalle, grandi collane di fiori in oro, rouches, volants e fiori ovunque, in sovrapposizioni da creare effetti tridimensionali ed ancora satin, organze e chiffon e broccati oro, stampe floreali, plissé e colori forti alternati a un tenue mauve.

Donatella Versace ha presentato la sua collezione dell’Alta Moda in modo quasi irriverente, moderno mostrando la sua donna decisa e sexy. Ecco quindi corsetti e intrecci di tasselli di vernice, organze lavate nei colori del viola, turchese, verde flou e patchwork di diversi materiali, oro e colori metallizzati, ricami, e geometrie dei bustier ma nulla a che vedere con Gianni Versace!

Insomma, da Versace a Dior, passando per Giambattista Valli a Elie Saab, Chanel, Giorgio Armani Privé, Givenchy, Jean Paul Gaultier e Valentino, le collezioni di haute Couture Parigi sono state tutte eccezionali (quella di Gaultier meravigliosa), un grande successo, a me spiace solamente di non aver visto il genio creativo di John Galliano .

Fonte | Vogue
Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>