Victoria’s Secret Geisha: il colosso lingerie accusato di razzismo

di Gaiumi Commenta

Dopo pochi giorni di bufera, Victoria’s Secret rimuove dal sito un completino intimo che è stato teatro di dure polemiche e che è costato al colosso americano lingerie una bella accusa di razzismo. Ma di cosa si tratta? Semplicemente di un coordinato intimo con stampe orientali, decisamente sexy, che è stato pubblicizzato così: “Il tuo biglietto per un’avventura esotica”. Questo slogan, sommato al nome del coordinato Geisha, non è piaciuto all’opinione pubblica, perchè effettivamente facendo due più due, viene naturale associare la figura tradizionale giapponese della Geisha al panorama sesso.

Sparisce così dal sito ufficiale il Sexy Little Geisha e non solo, sparisce l’intera collezione Go East, ispirata al mondo orientale, ma il tam tam mediatico continua. Cosa ne pensate? Trovate che lo slogan fosse davvero offensivo e razzista nei confronti della cultura orientale?

 

Via | ABC News

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>