Giorgio Armani e John Richmond da Milano Moda Donna 2013-14

di La Redazione Commenta

Con Emporio Re Giorgio dichiarava amore allo stile e alla femminilità e alla vestibilità delle creazioni di moda. Nella main line trionfano i pantaloni eppure non vi è contraddizione alcuna.

I pantaloni, indossati con tacchi bassi,  sono a vita alti e morbidi sui fianchi o larghi e con bande laterali con zip. E sono indossati in completo con giacche dai tagli diversi e asimmetrici. A completare l’outifit con baschi. Ma tutto è morbido, come i revers a cuore. E il tocco maschile e quello femminile si fondono, a  favore di quest’ultimo in uno stile che è Giorgio Armani stesso a definire  “garçonne”.

E poi abiti con top geometrici e  ampie gonne voluminose. Con tocchi femminili come bluse dai toni pastello con fiocchi al collo o gilet  scintillanti, plissè , ruches e frange e delizie per la sera di velluto e organza. Fino alle luminossisime tute intere per la sera.

E mentre Armani se la prende con lo show di corone bizantine, messo su da Dolce & Gabbana, sempra voler, ancora una volta puntare su ciò che le donne indosseranno più che su quello che avrà successo sulle copertine.

Decisamente più strong  la collezione per l’autunno-inverno 2013-14 di John Richmond. La femminlità trionfa anche qui, innegabilmente, grazie alle predilizione accordata ai mini abiti e ai tocchi di seta e a trasparenze e pieghe. Eppure si tinge chiaramente di un’allure punk-rock data dalla pelle rosso fuoco e dai dettagli metallici. dagli stivali alla coscia e dalle stampe floreali un pò eighties e con allusioni dark.

Non mancano pellicce corte, colli di pelliccia, giubbini biker style e tessuti tecnici come il neoprene. Insieme alle cerniere sui tailleur. E se gli abiti e i pants sono assolutamente fascianti, i cappotti lunghi, co-protagonisti scivolano morbidamente sul corpo.

photo courtesy|Getty

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>