Rapporti sessuali over 50: come risolvere i problemi di secchezza vaginale

di Gianni Puglisi Commenta

Il rapporto di coppia è spesso messo a dura prova da situazioni che possono intervenire in ambito sessuale. La conferenza-festa “Un pomeriggio per donne Fa-Vo-Lo-SeX” mira proprio ad abbattere ogni tabù riguardano le problematiche sessuali che possono intervenire dopo i 50 anni, e sono stati lanciati numerosi spunti molto interessanti.

Il talk-show che si è svolto a Roma è stato ben coordinato dalla dottoressa Barbarulo, sociologa, che gestisce il portale VediamociChiara. Le oltre 300 persone che hanno riempito la sala non hanno mancato di intervenire e fare domande, così come sono da notare anche le più di 1000 persone che hanno seguito la conferenza in streaming su internet da ogni zona d’Italia.

La dottoressa Bitelli ha subito sottolineato come attenzione ai bisogni del partner e un livello molto alto di complicità sono fondamentali per affrontare problemi come la secchezza vaginale. Come spiegato dal prof. Jannini, la secchezza a livello vaginale può causare una serie di conseguenze dal punto di vista psicologico che, in alcuni casi quando manca il dialogo, possono mettere a dura prova anche il rapporto di coppia e il suo benessere.

Infatti, l’uomo vive male i fastidi e il dolore lamentato dalla donna durante l’atto sessuale: il suo desiderio cala e la donna ne risente di riflesso, vivendo tutto questo come un rifiuto nei suoi confronti. Al giorno d’oggi, però, ci sono tante soluzioni per porre rimedio a questa problematica. Come messo in evidenza dalla dottoressa Rossana Tripodi e dalla sua collega Simonetta Draghi, nel corso degli ultimi anni sono state sviluppate terapie anche non ormonali, che hanno dimostrato una buona efficacia per poter risolvere definitivamente il disturbo. Per chi volesse avere ulteriori consigli o indicazioni su come comportarsi per affrontare un problema delicato come la secchezza vaginale, c’è un sito dedicato, ovvero ilmiopiccolosegreto.it, partner del portale VediamociChiara, in cui sono presenti numerosi contributi di sicuro interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>