Moon Shoes, le scarpe componibili

di La Redazione Commenta

In un’epoca in cui tutti rincorrono l’eccesso e la voglia di stupire e sfruttano al massimo le tecnologie, potrebbe sembrarci del tutto normale la trovata di Rem Koolhas, un estroso designer che ha pensato bene di facilitarci la vita e alleggerire i nostri passi dando vita alle Moon Shoes.

Partendo dalla convinzione che il futuro della scarpa sarà leggero e riducibile a piccole dimensioni ma, allo stesso tempo, ricco di fronzoli e dal design arzigogolato, Koohlas ha ideato delle calzature (se così si possono chiamare) personalizzabili dal gusto e dall’estro di chi le comprerà.

Questi sandali dalle altezze vertiginose sono realizzati in una leggerissima fibra di carbonio e venduti in kit di piccoli pezzi da assemblare tra loro. La creatività passa quindi nelle mani del consumatore, spalancando le porte al vero e proprio concetto di customizzazione del prodotto che, di volta in volta e a seconda di chi lo plasmerà, assumerà forme e strutture sempre nuove. Per non parlare dell’impatto ambientale che si avrà in termini di peso e spazio trattandosi di un prodotto trasportabile e ultra leggero.

Le Moon Shoes di United Nude sono nate in occasione del Moon Life Project dell’artista e performer Alicia Framis, che si è dedicata allo studio di una nuova concezione dello spazio in fatto di design, architettura e arte. Uno spazio che sarà destinato all’ottimizzazione, alla razionalizzazione e alla semplificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>