Bionda, rossa o bruna: la moda capelli per questo inverno

di Laura 1

 Capelli lunghi o corti? Ricci capricci o lisci come spaghetti? Nel corso dell’ultima stagione i capelli ricci sono forse stati più in voga, anche perchè d’estate con il mare, i bagni, il caldo, é più difficile passare il tempo con piastre roventi e phon asfissianti. D’inverno tornano di moda chignon e chiome lisce e fluenti. I capelli lisci sono facili da mettere in piega ma possono essere complessi da raccogliere soprattutto per chi li ha talmente lisci da essere sfuggenti a ogni tipo di mollettina. Per far durare a lungo l’acconciatura é sempre meglio realizzarla con i capelli non troppo puliti, l’ideale sarebbe prepararli il giorno dopo lo shampoo e per aver maggiore texture lavorate le lunghezze con prodotti volumizzanti.

Non si può dire lo stesso per le ragazze che hanno i capelli grassi e crespi. Dopo un giorno si vede già l’effetto olio sulla cute, mentre il crespo sembra arrendersi. Per questo tipo di capelli é meglio, dopo il lavaggio, procedere alla lisciatura applicando un prodotto che mantenga la piega. Ricordiamo però di non abusare di spuma e lacca, di farne uso sempre con equilibrio, questi prodotti, anche se delle migliori marche, non sono sempre l’ideale se usati sempre senza sosta.

Per fare i capelli lisci occorrono: una spazzola tonda di legno se preferiamo di avere i capelli più soffici e voluminosi, termica se abbiamo i capelli ricci, crespi o se vogliamo un effetto meno voluminoso. Prendiamo un Phon con beccuccio stretto (ci sono in commercio molti phon che “espellono” degli ioni che aiutano il capello a lucidarsi, a essere più setoso e alla moda. Infine, ci occorre una piastra di ceramica. Gli impacchi per capelli, quelli a base di oli, di frutta, di miele, sono rimedi davvero ottimi per la nostra bellezza, ma anche in questo caso, la moderazione è la soluzione da preferire, ricordiamolo!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>