Creazioni di stilisti emergenti, arte e musica, parte a Roma il progetto F.A.R.E.

di Elisa Mancini Commenta

Possiamo forse leggere la moda, nel suo intero processo creativo fino alle passerelle come un gioco di scatole cinesi? Diverse forme d’arte sono una dentro l’altra e variegate forme di ispirazione guidano gli stilisti nell’opera creativa.

Così vengono alla  luce anche le creazioni dei migliori stilisti emergenti e, a Roma, queste vanno in scena in un mondo multiforme e ricco di arte: questo è il progetto F.A.R.E. ovvero il Fashion Art Romans Events che partirà, il prossimo giovedì 11 aprile con il primo evento FUN. Fashion Underground Rome. Evento che la dice lunga sulla filosofia del progetto: all’atelier Montez di Roma sfileranno 4 giovani stilisti immersi nell’atmosfera di una notte berlinese.

E si partirà dalla Moda, per poi vederla continuamente dialogare con altre forme espressive come la danza contemporanea e performance di burlesque, per arrivare al tango che ripercorrerà la sua storia dagli anni ’40 fino alla sua evoluzione nel tango detto “elettronico” e fino a che tutti i presenti possano lasciarsi andare alla musica elettronica, massima espressione della scena dei club berlinesi.

Ma, prima di tutto, le creazioni: come quelle di  Raffaele Stoico che riesce a trarre ispirazione da tutto ciò che vede e ha avuto modo di incontrare: l’Oriente si ritrova nei tessuti e nelle linee, la couture  degli anni 90 torna nei  tagli e nei colori esagerati. Mentre il tocco finale è contemporaneo. Per una fusione perfetta tra moda e e  glam rock.

Elena Testarmata gioca invece con la materia che riflette la luce o la assorbe, dalla superficie lucida o increspata. Tutto questo viene affidato ad un bianco totale, un “Bianco Assoluto”che tinge capi dai tagli asimmetrici e dalle variatissime texture.

Valentina Nardinocchi presenta invece  la collezione “Ecoplastic”: si parte dai materiali, naturalmente ecologici ed ecocompatibili e si gioca sulla loro diversità e sovrapposizione. Il risultato è la freschezza contemporanea di capi dalle linee aderenti caratterizzate da tessuti stretch sapientemente intrecciati, completate dai gioielli d’arte creati da Stefano Zampieri.

Infine Nebojsa Zokic e Oreste Perez Andino (Noi2) presentano “E pluribus unum”: qui dal molteplice  si arriva all’unità. Gli stilisti partono da stoffe e materiali derivati dal loro laboratorio di lavorazioni sartoriali, a Roma e li accostano. E si parte da principio mescolando l’Italia e la sartorialità italiana, la cultura serba e quella cubana. Per arrivare con un lavoro precisissimo nelle finiture e che si lascia andare alla creatività con decorazioni e accessori, a creazioni originalissime e ad uno stile completamente nuovo.

Se siete a Roma o nei dintorni non potete perdervi tutto questo giovedì 11 aprile alle 21.00 presso l’Atelier Montez in Via di Pietralata 147/A a Roma. L’ingresso è gratuito! Ma dovete prima tesserarvi online sul sito www.montez.it.

Per avere altre notizie sull’intero evento e su chi vi prenderà parte, invece: www.stylebook.it.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>