Melissa e Gareth Pugh, la seconda capsule collection

di Elisa Mancini Commenta

 

melissa

Ciascuna di noi dovrebbe avere un paio di Melissa nella propria scarpiera. Buone per le giornate più allegre e leggera e per quelle in cui il profumo fruttato del pcv delle creazioni del brand brasiliano può fare miracoli per il nostro umore.

Ma naturalmente è molto più di questo: è come avere un interessante pezzo di design nel guardaroba, soprattutto se questo nasce in collaborazione con Gareth Pugh.

E il brand Melissa è arrivato alla seconda collaborazione con il  giovane designer britannico: l’esclusiva capsule collection si ispira naturalmente allo stile grafico  e futurista che appare  come il marchio di fabbrica dello stilista e che ne ha fortemente caratterizzato le ultime collezioni.

Gareth Pugh ha dichiarato, in proposito:

“Il mio primo pensiero è stato quello di voler creare qualcosa di molto più vicino allo stile che si vede nelle mie sfilate, con nuovi riferimenti. Lavorando con questo materiale innovativo è possibile ottenere esattamente il risultato prefissato.”

La capsule si articola in tre proposte: il modello Ascension, un modello nuovo e irriverente di sandalo, caratterizzato da un cuneo dai tagli geometrici e da un alto platform con una suola dalla stampa grafica.

C’è poi l’iconica ballerina peep toe di Melissa: Ultragirl. Gareth Pugh la reinventa con una stampa geometrica declinata in una palette di colori che vanno dal nero, al blu, al rosso fino al viola e all’argento.

Nella stessa scala cromatica sono proposte anche le Ascension.

Infine le flip flop modello  Aleiron, dalla stampa futuristica. Si tratta di un modello must-have per i jet-setter che viaggiano verso luoghi caldi ed esotici nella stagione invernale e che è proposto nelle varianti del nero, sia smaltato che opaco, del blu metalizzato, del bianco e dell’argento.

La collezione Melissa + Gareth Pugh è in vendita in esclusiva nei monomarca Melissa e presso 10 Corso Como a Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>