Hermés, animaletti realizzati con gli scarti di lavorazione del cuoio

di Elisa Mancini Commenta

Hermès ha trovato un modo molto carino per riciclare gli scarti di lavorazione del suo cuoio. Quello profumatissimo e morbidissimo delle sue Kelly per intenderci.

Si tratti di scarti che, rimessi insieme, permetterebbero di creare borse intere. Ma ciò non è possibile e così la Maison ha trovato il modo di riutilizzare queste centinaia e centinaia di striscioline colorate: usarle per creare dei deliziosi animaletti.

Il lavoro è stato commissionato dalla Maison agli artisti e designer francesi Thomas  e Thibault Zimmermann  dello studio Zim & Zou, dopo aver preso visione del loro interessantissimo progetto“Cabinet de Curiosités” : sono stati creati uccelli, insetti e animali  curati nei minimi dettagli e ricchi di particolari, utilizzando principalmente carta.

Quindi gli artisti hanno presentato, per la prima volta, un pappagallo di cuoio per un’esposizione a Singapore. Ed Hermés è rimasto talmente colpito da questo primo esemplare da voler commisionare loro “The Eternal Jungle” (La giungla eterna): un’installazione  che metteva in vetrina  una giungla di  fronde e di liane di carta popolata da animali incredibilimente dettagliati che hanno richiesto, ciascuno, 200 ore di lavoro per essere creati.

Nella gallery alcune delle creazioni: continuo a preferire una Birkin intera, ma la scimmietta non è affatto male. Cosa ne pensate?

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>