Holubar: il rilancio del brand dell’outdoor americano

di Benedetta Commenta

Holubar, è lo storico brand di outdoor targato US, nato da un idea di Alice e Roy Holubar nel 1946 a Boulder, Colorado. Il duo ha cominciato l’attività con la produzione di sacchi a pelo in piuma per poi espandere l’offerta a parka, zaini e chiodi da arrampicata.

Per gli Holubar la grande passione per l’outdoor si trasformò in un vero e proprio business, fino al formale avvio dell’attività della Holubar Mountaineering nel 1947. L’attività inizialmente si sviluppò principalmente come un tipico “mail order” business per arrivare al 1958 con un catalogo di 158 prodotti.

Il marchio Holubar si andò affermando prima in Colorado e poi in tutti gli Stati Uniti per l’eccellente qualità dei prodotti e per l’approccio di Alice e Roy Holubar a cui si deve render grazie per gran numero di innovazioni tecniche che hanno ispirato negli anni la più famose aziende dell’”Outdoor Gear”, come l’uso del nylon, l’invenzione di una speciale imbottitura stratificata dei capi per accelerarne il processo di asciugatura o l’innovativa trapuntatura a “esse”.

Dallo store di Boulder, attiguo al primo laboratorio di confezione, Holubar arrivò a sviluppare una catena di svariati negozi monomarca in diversi Stati americani. Una delle ragioni che decretò il successo di molte innovazioni introdotte dalla Holubar è che Roy e Alice Holubar avevano sempre intrattenuto stretti rapporti con il mondo dei climbers e degli “outdoor enthusiasts”.

La contiguità con il mondo dei professionisti e degli appassionati dell’outdoor fece in modo che ognuna delle novità tecniche introdotte dalla Holubar fosse il risultato di uno scambio di idee con gli stessi utilizzatori dei prodotti e determinata da vere e proprie esigenze di funzionalità nate dall’esperienza diretta.

Come già successo per altri importanti marchi dell’Outdoor Gear americano, Holubar iniziò a guadagnare riconoscibilità e fama anche al di fuori dell’ambito degli utilizzatori professionali: Holubar divenne pian piano uno dei marchi di outerwear più noti d’America per un uso generalistico e “cittadino”. Il marchio prese atto di questa evoluzione assecondando i gusti del pubblico più giovane, con apporti stilistici che nulla tolsero ai contenuti di qualità e funzionalità di ogni capo: questa capacità portò Holubar a ricavarsi una posizione di rilievo anche nel mercato kids.

Nel 1968, gli Holubar decisero di vendere l’attività e negli anni ’80 il marchio scomparve virtualmente dal mercato. Ai clienti non rimase che dedicarsi a collezionare i capi storici del brand, ma oggi Holubar è oggetto di un’importante strategia di rilancio per il mercato europeo da parte di Fritz srl di Alberto Raengo già responsabile in passato del lancio di Blauer e Refrigiwear.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>