Paris fashion week autunno inverno 2013-14, Valentino e la sua eleganza dalle tante sfaccettature

di La Redazione Commenta

Spread the love

Della giornata di ieri, primo giorno della Settimana della Moda di Parigi,  resta nitida l’immagine dell’Uomo Valentino dall’eleganza naturale, della quale immediata e subito evidente, vanno poi indagata le tante sfaccettature dalla molteplice ispirazione.

Il duo di designer Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli persegue con talento naturale l’obiettivo di fondere classicità e formalità da un lato, glam e interpretazioni moderne, dall’altro. E così ecco la sartorialita italiana combinata con l’eleganza very british e anche sixties del doppiopetto dalle nuance blu navy e blu cobalto,  grigie nere e verde bottiglia, e ancora bordeaux e porpora.

E oltre questo c’è immediatamente anche la ribellione d’oltremanica che si ritova nella pelliccia utilizzata con il tessuto degli impermeabili Mackintosh, riccorendo alle termosaldature, i colli di pelliccia multicolore abbinati ai cappotti cammello, i molteplici strati di tessusti, fantasie e motivi decorativi

E poi ancora lampi di velluto ed inserti di pelle e pantaloni skinny che arrivano a coprire le caviglie.

Non serve altro per comprendere che l’obiettivo della Chiuri e del Piccioli è stato centrato. Questo è stato, infatti, il loro commento a fine sfilata:

“Noi crediamo al contrario in una sorta di via di mezzo, o meglio, in una via d’uscita. Siamo convinti che gli uomini oggi posseggano una cultura del passato, una sorta di reminiscenza che li spinge a scegliere cose sicure, note, forse già viste. Il problema è il ‘fit’, il taglio e la forma che si dà a questa tradizione. Abbiamo così cercato di rileggere il passato, arrivando a un risultato rigoroso che non presentasse nessuna citazione didascalica”.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>