LIST per l’A/I 2012/2013 e sentirsi delle piccole dee

di Elisa Mancini 3

Inizi con l’assistere ad uno shooting fotografico: il  brand LIST sta realizzando il lookbook ed un video per presentare la collezione prêt-à-porter, per l’ A/I 2012/2013. E finisci col chiederti come ti sentiresti in un lungo e frusciante abito nero,  su una terrazza sul mare, insieme a chi  aspettavi da sempre e che hai riconosciuto con un bacio. Ti rispondi che non puoi saperlo, perchè sarebbe un momento di perfezione divina e noi non siamo delle dee.

Ma poi gli outfit e gli scatti si susseguono e  capisci che invece si, possiamo essere tutte delle piccole dee.  E’ vero, non tutte abbiamo la possibilità di starcene su quella terrazza o di sfoggiare un look come quello delle it-girl e fashion blogger più in voga. Ma abbiamo l’occasione di sentirci divine, nel nostro piccolo, ogni giorno. Ed è proprio questa possibilità che ho trovato nella nuova collezione LIST, per la prossima stagione.

Per l’ ADV Campaign della nuova collezione, LIST ha deciso di lavorare con il fotografo Marino Parisotto, noto per il suoi scatti carichi di sensualità e surreale bellezza che si ritrovano, ad esempio, nei calendari da lui realizzati per Campari e Lavazza. Dalla collaborazione nasce il racconto  di una diva,  che vive in un mondo fatto di abiti meravigliosi, lussuose macchine d’epoca e di attori affascinanti che continua a baciare senza provare nulla. Così continua a sentirsi sola e triste… Fino all’uomo della terrazza, almeno.

E a lei, come a noi che indosseremo i capi della nuova collezione, LIST offre la possibilità di essere divina e terrena allo stesso tempo; dall’ufficio, all’aperitivo, alla serata che conta.  Guardando gli abiti, si nota come sia sempre presente il tocco femminile, retrò e bon ton. Eppure tutto è incredibilmente contemporaneo.

Così entrano in scena i colori fluo come il giallo, il verde ed il fucsia, che proseguono nella stagione invernale ad accendere il nero, gli eleganti grigi ed i toni terrosi.  E così, le stesse paillettes in oro o argento, illuminano giacchini e maxi-canotte e sono adatte tanto al cocktail più esclusivo, quanto alla serata a ballare con le amiche.

Ho immaginato me stessa, ad esempio,  nelle femminili longuette a tinta unita o con  gli abiti e le borse dalla stampa animalier: ho pensato che li avrei indossati  in ufficio e, allo stesso modo, per una cena speciale.

Ho  pensato, infatti, che avrei potuto giocare con la grande varietà di accessori  come i  guanti coloratissimi, le spille dal sapore barocco o la deliziosa pochette in velluto porpora e catenella dorata (che indosserei tranquillamente con i jeans, per un tè con le amiche).
Ho concluso che sarei stata deliziosa nel cappottino color caramello. Ma, se avessi voluto sentirmi meravigliosa, avrei indossato il  gilet di pelliccia verde smeraldo, divino e molto Seventies allo stesso tempo.

Ecco. Questo è quello che sperimenta ogni piccola dea: il poter avere un tocco speciale nella normalità e nel look di tutti i giorni e di osare nei momenti (semi)divini, senza mai rischiare di essere sopra le righe e conservando un’eleganza naturale. Ecco la duttilità della collezione invernale di LIST.

 

 [Unofficial Backstage Photos by Gian Nicola Marello]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti (3)

  1. Bellissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>